Uova mimosa

Stamattina ho occupato la cucina di mia madre per dedicarmi al pranzo della domenica con tema 8 marzo. La trattoria (come mio padre ama definire la casa quando ci vede in cucina) propone, come menu del giorno, risotto con spinaci e stracchino decorato con tuorli d’uovo (qui la ricetta) e uova sode, svuotate e farcite nuovamente con una cremina che ora vi scrivo in dettaglio, su letto di valeriana.

Ingredienti
per 3 persone
  • 50 gr di insalata valeriana
  • 3 uova
  • 4 olive verdi
  • 1 formaggino
  • 3 pomodori secchi
  • prezzemolo q.b.
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva
Procedimento
  1. Lessate le uova per 9 minuti dal bollore, scolatele e fatele raffreddare, quindi sgusciatele e tagliatele a metà.
  2. Con l’aiuto di un cucchiaino rimuovete i tuorli senza rompere gli albumi. Due tuorli li usate per la farcitura mentre il terzo per decorare.
  3. In un mixer mettete i due tuorli, le olive, i pomodori secchi, il formaggino e il prezzemolo e frullate. Gli ingredienti devono amalgamarsi ma non necessariamente creare una cremina; specialmente se le quantità sono minime, è difficile che il mixer riesca a frullare bene tutti gli ingredienti.
  4. Assaggiate e, se necessario, regolate di sale. Poiché sia le olive che i pomodori secchi erano salati, io non ho aggiunto altro sale. Con un cucchiaino farcite le uova mimosa, riempiendo l’incavo lasciato dal tuorlo e facendo in modo che il ripieno fuoriesca un po’.
  5. Su un piatto da portata, disponete l’insalata, condite con sale e olio extra vergine; in un altro piatto, schiacciate il tuorlo inutilizzato e mettete da parte.
  6. Disponete le uova mimosa sul piatto di portata e fate ricadere i pezzettini di tuorlo direttamente sopra le uova.
Tabelle nutrizionali
Diamo i numeri!

Ho preparato per voi una comoda tabella contenente i valori nutrizionali dei singoli ingredienti e del totale. I conti sono sia per 100gr di prodotto sia per porzione.
Cliccate sulla tabella per ingrandire l’immagine.

Tabelle nutrizionali

Conteggio dei Carboidrati

per quelli che contano

Se vuoi saperne di più sul conteggio dei carboidrati (CHO), clicca qui.

Scopri in questo articolo le tre fasi per l’apprendimento del conteggio dei carboidrati e perché è utile nella gestione del diabete.

A questo punto, ti sarà d’aiuto leggere un esempio concreto sul conteggio dei carboidrati in modo da familiarizzare con i calcoli che seguono.

Per una porzione di alimento, quanti grammi di CHO ci sono? E quanta insulina devo fare?

La vostra porzione di uova mimosa contiene 3,76gr di CHO. Per ottenere la quantità di insulina da fare è sufficiente dividire la quantità di CHO totali per il rapporto I/CHO. Occhio ai grassi però!  😉 

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.